.
Annunci online

 
Espressione 
webbando
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  CANZONCINA CARINA
DISCHI
DIVERTENTE
EROTIKA
GRANDE INTER
HI-FI 1°
HI-FI 2°
LO SCUDETTO RUBATO
MIELE
SPORT
UTILITY
UTILITY MUSICA
THE BEST GAME
TI AMO CAMPIONATO
AGENTE ZEROZERO RITA
ANNIE
ARSENICO
ARTEMISIA
ASPETTATIVE
ASTRID
BABILONIA
BASTA POCO
BLOGGERPERFECTO
BLUEWITCH
CAPA STUERTA
CHIAMAMI AQUILA
CIRO
DACABU'
DITUTTOSUTUTTO
EFESTO
EGINE
ELOTTA
ESCOPOCODISERA
ETA-BETA
FRANCESCA
FRAZEN(cugina milanista)
GdS
GENTE CATTIVA
GIANS
HAPPY GIO'
IL MALE
IO TOCCO
MARICOCCI
MAKIA
MOKELLA
MECONME
MEDITA PARTENZE
PAOLOBORRELLO
PERSBAGLIO
PIERLUCADIFAZIO
PINK ANGEL
ROBY BERN
SBLOGGATA
SPECCHIO
STATIDIAGITAZIONE
STELLA
TESTA BISLACCA
TRAVEL
UOMO-GATTO
VISIONIDIBLIMUNDA
ZELDA
  cerca

Frederic Montaldo

Crea il tuo badge

 



 

Diario | PAZZA INTER | ART by MINSK | Fortitudo | Le copertine dei nostri LP(vinile) |
 
PAZZA INTER
1visite.

23 aprile 2007

I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO NOI . (senza trucchi ,senza inganni).

              
Finalmente un lunedì da campioni.(15)
b
y Espressione.




permalink | inviato da il 23/4/2007 alle 0:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa

24 ottobre 2006

IO CHE NON SONO L'IMPERATORE.


Questo è Adriano, sigarette, baldracche e non mi meraviglio se davvero sniffava qualcosa.

Si sta pure facendo la foto al “cuculo imperiale”,da distribuire poi alle amichette, come quella in foto.Il sale in foto poi, è il sale quello che si tirano…per forza poi non corre in campo.:)))) E poi gli si chiede il perchè dell'involuzione.
Non ha saputo gestire il successo,da ex povero, evidentemente non ha più la cattiveria e i mezzi giusti. Da interista, sinceramente mi chiedo :
quando è che lo mandano a quel paese?
by Espressione.




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 0:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

5 settembre 2006

ADDIO GRANDE CAPITANO.




Scusami, non sono riuscito a dirti quello che volevo, per paura di farti capire che il tempo era inesorabile e la malattia terribile.
Scusami, ma credo che ti debba ringraziare soprattutto per la pazienza che hai sempre avuto con me.
Per i tuoi occhi che sorridevano, fino alla fine, ai miei entusiasmi o all’ironia con cui cercavo di superare insieme a te momenti difficili.
Pochi giorni fa, pochissimi, mi parlavi con un filo di voce - e con l’espressione di chi ti vuole bene - dell’Inter, proiettando il tuo pensiero in un futuro che andava oltre le nostre povere, ignoranti, possibilità umane.
Qualche mese fa ti chiedevo un po’ scherzando un po’ sul serio come mai non riuscivamo ad avere un arbitro amico, tanto da sentirci almeno una volta protetti, e tu, con uno sguardo fra il dolce e il severo, mi rispondesti che questa cosa non potevo chiedertela, non ne eri capace.
Fantastico. Non ne era capace la tua grande dignità, non ne era capace la tua naturale onestà, la sportività intatta dal primo giorno che entrasti nell’Inter, con Herrera che ti chiamò Cipelletti, sbagliandosi, e da allora, tutti noi ti chiamiamo Cipe. Dolce, intelligente, coraggioso, riservato, lontano da ogni reazione volgare.
Grazie ancora di aver onorato l’Inter, e con lei tutti noi.

 

Massimo Moratti

by Espressione






permalink | inviato da il 5/9/2006 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre